Integratori per Capillari Fragili

In: Articoli Scentifici On: Comment: 0 Hit: 268
Integratori per Fragilità e Rottura dei Capillari e Gambe Pesanti e Gonfie
Capillari in evidenza, rotti e teleangectasie, sono problemi comuni, associati ad una cattiva salute del microcircolo a livello di tessuti connettivi, processi infiammatori e permeabilità dei vasi. Sebbene la soluzione definitiva ad inestetismi dovuti alla rottura dei capillari sia la terapia al laser o la chirurgia, una prevenzione costituita da un’azione combinata di abitudini di vita sane nutraceutici dall’azione vasoprotettiva ed antinfiammatoria naturale, contenuti in integratori per capillari rotti, è cruciale per contrastare la dilatazione dei piccoli vasi e la loro rottura, spesso sintomo o causa di patologie più ampie e complesse.

La salute dei capillari e la funzionalità di questi scambi è assicurata da un corretto tono dei vasi sanguigni e dalla salute dei tessuti connettivi, nonché da una buona microcircolazione. Spesso, a causa di abitudini di vita scorrette, condizioni genetiche, ambientali o sbalzi ormonali, si può soffrire di un’acuta fragilità capillare, che porta alla rottura dei vasi, alla loro fuoriuscita in superficie, a ristagni e teleangectasie, spesso associati al gonfiore e pesantezza delle gambe, ma anche a fenomeni infiammatori e trombosi. La fragilità capillare affligge molte zone del corpo, in cui la dilatazione e la rottura dei piccoli vasi ematici provoca la comparsa di chiazze rosse simili ad ematomi. Essendo i vasi capillari molto delicati, la loro rottura e dilatazione rappresenta spesso solo un inestetismo, che può essere rimosso solo attraverso intervento chirurgico o laser. A livello preventivo, tuttavia, l’impiego di di flavonoidi e sostanze nutraceutiche funzionali alla salute del microcircolo, contenuti in molti integratori, costituisce un’azione cruciale nel preservare la salute dei vasi sanguigni, contrastare naturalmente infiammazioni, spesso origine del fenomeno di rottura, favorire la sintesi dei tessuti connettivi e la loro condizione ottimale. Gli integratori per capillari fragili possono infatti essere un elemento fondamentale nella terapia coadiuvante nel trattamento della fragilità vascolare, sindrome prevaricosa, flebiti, la pesantezza ed il gonfiore delle gambe. Ma come agiscono nello specifico? In questo articolo sono esposte le principali cause e patologie relative alla fragilità capillare e ad una cattiva microcircolazione, e come i meccanismi associati all’azione di determinate sostanze nutraceutiche, introdotte nell’organismo attraverso gli integratori funzionali, possano essere fondamentali al ripristino del corretto svolgimento dei processi vitali che garantiscano la salute dei vasi stessi e prevengano la rottura capillare ed i disturbi ad essa collegati.

Integratori per Vene e Capillari

La fragilità e la rottura capillare sono dunque delle problematiche molto comuni, che affliggono in particolare soggetti in età più avanzata e le donne. Le cause di questi disturbi sono varie, e rientrano nel più ampio spettro dei problemi relativi alla microcircolazione, che possono conseguire anche nella dilatazione delle vene, vene varicose, crampi ed indolenzimento delle gambe, edemi ed emorroidi. L’azione degli integratori per vene varicose è importante nel sostentamento del corretto funzionamento e struttura dei vasi sanguigni, grazie all’apporto di micronutrienti necessari alle cellule a svolgere alcuni processi vitali. La salute dei capillari è garantita dalla normale sintesi dei tessuti connettivi, da una loro corretta elasticità e resistenza, e da una corretta permeabilità vascolare, per questo possiamo associare l’indebolimento dei capillari a questi due fattori fondamentali, che diventano target degli integratori per la fragilità dei capillari:

  • - Indebolimento del tessuto connettivo
  • - Aumento della permeabilità vascolare

Il tessuto connettivo è una componente molto importante dei vasi sanguigni così come di molte strutture corporee: è un complesso di proteine, principalmente collagene, che dona resistenza ed elasticità ai vasi e la cui sintesi è svolta da cellule dette fibroblasti. È importante dunque che questo processo sia svolto correttamente e che nella lente degli integratori per capillari rotti vi sia in primo luogo la produzione di collagene. L’aumento della permeabilità vascolare è generalmente associato a fenomeni infiammatori, come flebiti, dove si osserva una migrazione delle cellule del sistema immunitario nel sito dell’infiammazione. Recenti studi avrebbero inoltre focalizzato l’attenzione sul tessuto connettivo come oggetto di comprensione dei meccanismi sottostanti ai processi infiammatori. Tra le cause del verificarsi di queste due disfunzionalità possono esserci diversi fattori, da una scarsa attività fisica, a condizioni genetiche, a disfunzioni ormonali, allo stress, che provoca un indebolimento dei vasi sanguigni e compromette l’approvvigionamento di sangue e nutrienti.

CTA-Flevit

Scopri di più

Flevit | Microcircolo e Insufficienza Venosa
  • La Troxerutina è un flavonoide che protegge dalla trombogenesi e migliora il microcircolo
  • La Centella asiatica può apportare miglioramenti in caso di vene varicose, insufficienza venosa ed inestetismi della cellulite
  • L’Esperidina è un flavonoide che possiede numerose proprietà biologiche, principalmente antiossidanti ed antinfiammatorie
  • La Diosmina supporta il microcircolo, il drenaggio linfatico ed il tono e l’elasticità venosa
  • Vitamina C e proantocianidine oligomeriche (OPC) hanno un effetto di potenziamento reciproco
 

integratori per capillari

Gambe Gonfie e Pesanti e Capillari Fragili: le Cause

Tra le cause ascrivibili alla fragilità capillare – così come trattato nel nostro articolo sulle patologie delle vene e gli integratori consigliati – e alla dilatazione dei vasi, spesso tra le motivazioni principali del gonfiore e della sensazione di pesantezza nelle gambe, ma anche dell’infiammazione dei plessi emorroidari, della rottura dei capillari del viso, occhi e naso, possono esservi problematiche fisiologiche o ormonali, sebbene questi fenomeni siano più spesso legati ad abitudini di vita non così sane che minano la salute dei vasi sanguigni, ed in particolare dei capillari, già di per sé molto fragili. Tra le principali cause possiamo riconoscere:

  • - Dieta squilibrata e povera di vitamine e minerali
  • - Stile di vita sedentario
  • - Stare troppo tempo in piedi
  • - Scarsa attività fisica
  • - Assunzione eccessiva di sale
  • - Caldo ed eccessiva esposizione al sole
  • - Squilibri ormonali
  • - Sovrappeso
  • - Stress

Possono esserci anche tuttavia cause patologiche come la sindrome di Ehlers-Danlos, o l’utilizzo di farmaci, nonché predisposizioni genetiche, derivanti dalla maniera in cui il proprio genotipo interagisce con l’ambiente. Determinati soggetti quindi possono essere più “fenotipicamente” tendenti ad avere determinati disturbi, aggravati da una scorretta postura e da altri fattori di rischio modificabili quali il fumo, l’alcool e la cattiva alimentazione. La fragilità capillare acuta può essere anche un disturbo presente dalla nascita, spesso associato anche a disturbi della coagulazione, come nel caso, ad esempio, delle malattie che riguardano la mutazione del fattore V di Leiden, che aumenta il rischio di trombosi venosa. La fragilità capillare spesso consegue nella rottura dei capillari stessi, che può essere ascritta a diverse cause, da una vera e propria lesione, alla ritenzione idrica, a degli sbalzi di temperatura. Nei seguenti paragrafi analizzeremo con un focus più ampio le patologie legate alla cattiva salute dei capillari.

Capillari Fragili e Rotti e Teleangectasie: le Zone d’Interesse

La dilatazione dei vasi sanguigni spesso costituisce solo un mero ed innocuo inestetismo; parliamo di teleangectasie, in particolare le teleangectasie rosse, conseguenza della dilatazione dei capillari, e le teleangectasie blu, causate da un ingrossamento delle vene. Possono verificarsi in qualunque parte del corpo, sebbene affliggano in particolare la pelle ed in particolare le gambe, il naso e la parte bianca dell’occhio, una membrana fibrosa opaca fatta principalmente di collagene chiamata sclera Nei paragrafi successivi analizzeremo la funzione degli integratori – e ti invitiamo a visitare la sezione del nostro shop dedicata agli integratori per il microcircolo – relativamente alla fragilità capillare e ai disturbi ad essa correlata nelle diverse parti del corpo; disturbi del microcircolo, gambe stanche, gonfie e appesantite, emorroidi, teleangectasie e patologie del viso affetto da couperose, rosacea e rossori, epistassi nasali ed altre problematiche che causano la dilatazione dei vasi, fenomeni infiammatori, edemi, trombosi.

Integratori per Capillari delle Gambe

Gli integratori per i capillari fragili sono indicati in particolar modo in caso di disturbi e gli inestetismi che affliggono le gambe, dunque la sensazione di gambe gonfie e pesanti, la fragilità capillare, il risalto dei vasi, la loro rottura e le teleangectasie, spesso associati a squilibri ormonali che compromettono la permeabilità delle pareti dei vasi, compromettendo anche così lo scambio di sostanze e metaboliti, e ad alterazioni del microcircolo. I capillari rotti e dilatati sono particolarmente comuni durante la gravidanza o in menopausa, ed anche durante il ciclo mestruale, sebbene spesso possano essere ricongiunti ad un’insufficienza venosa e sono accompagnati dalla formazione di vene varicose, causate da ristagni di sangue, più frequenti negli arti inferiori che in altre zone del corpo dato che il flusso sanguigno necessita di contrastare la forza di gravità per risalire verso il cuore. Le teleangectasie, in particolare, sono le dilatazioni dei vasi ematici più piccoli, quali proprio i capillari e le venule, che risaltano così sulla superficie dell’epidermide. Si presentano come delle arborescenze serpiginose, di colore rosso o violaceo, talvolta sporgenti, e sono perlopiù innocue, sebbene possano condurre a disturbi del sistema tegumentario. Sono più diffuse in età avanzata e nelle donne, ma possono svilupparsi anche in soggetti più giovani e negli uomini. Sono considerate delle micro varici, e possono aumentare e diventare più serie a livello di dilatazione vascolare nel corso degli anni ed essere legate a sanguinamenti. Sono causate dai fattori responsabili della fragilità e rottura capillare e vascolare in maniera più generica, ascrivibili a vasodilatazione e infiammazione recidiva e ad un cattivo drenaggio, peggiorate dal caldo, dalla sedentarietà o dallo stare troppo tempo in piedi, correlate a disturbi di insufficienza venosa e rallentamento del flusso sanguigno. Interessano non solo le gambe, ma anche piedi e caviglie, viso, occhi. La rimozione delle stesse, come nel caso delle vene varicose, avviene tramite il trattamento laser, mentre una corretta integrazione, ovvero un giusto apporto di nutraceutici, con il ripristino di abitudini di vita sane, è fondamentale nella prevenzione della formazione delle stesse, aiutando a prevenire anche gli altri disturbi che affliggono le gambe legati a problemi di fragilità vascolare; macchie rosse, edemi, fastidi, capillari sporgenti, problemi del flusso sanguigno e ristagni di sangue.

integratori per capillari

Integratori per Capillari Rotti degli Occhi: Cause e Soluzioni ai Versamenti Ematici nell’organo Visivo

La rottura dei capillari degli occhi è un’affezione comune del microcircolo, caratterizzata dal confluire del sangue dai capillari nell’organo visivo, in particolare nella sclera, tra la congiuntiva bulbare e la sclera, nella retina e nel corpo vitreo, creando chiazze rosse, localizzate o diffuse, di varia dimensione sulla superficie o all’interno dell’occhio, che possono anche causare disturbi visivi di varia gravità. La rottura dei capillari degli occhi può essere ascrivibile a cause diverse essendo questi vasi estremamente fragili: infezioni ed infiammazioni, aumenti di pressione, traumi oculari che possono essere causati da uno strofinamento degli occhi, o persino da starnuti o tosse o altri sforzi eccessivi, ipertensione arteriosa e sbalzi ormonali. A seconda della zona in cui viene a verificarsi la rottura dei capillari e la chiazza ematica, vengono a presentarsi diversi sintomi: ad esempio, un’emorragia vitreale potrebbe causare disturbi visivi, mentre un’emorragia retinica, che coinvolge per l’appunto la parte vascolarizzata della retina, può essere sintomo di traumi e patologie più serie legate al sistema vascolare o all’apparato visivo: si manifestano con con macchie negli strati più intimi della retina e necessitano di consulto medico. Più comunemente, tuttavia, la rottura di capillari negli occhi riguarda emorragie sottocongiuntivali, o iposfagma, che coinvolgono i capillari più superficiali presenti nell’epitelio congiuntivale, che spesso sono visibili naturalmente, ad esempio quando l’occhio è stanco. Queste emorragie non richiedono particolari trattamenti e non sono sintomatiche di patologie gravi, ma si risolvono autonomamente in alcune settimane. L’impiego di specifici nutraceutici contenuti negli integratori per i capillari rotti degli occhi può essere funzionale al rafforzamento dei vasi e alla prevenzione di questi versamenti ematici, nonché a favorire il risanamento dei capillari, grazie alle antocianine dall’effetto vasoprotettore volto a contrastare i danni arrecati ai tessuti.

Integratori per Capillari Viso

La fragilità capillare è una problematica che spesso affligge anche il viso, dove la rottura dei piccoli vasi ematici può provocare rossore e macchie violacee sulla pelle. Assieme alle gambe, il viso è una delle zone del corpo più afflitte da questo disturbo, che può essere causato anche dai traumi più lievi ai capillari, come l’utilizzo di acqua troppo calda durante la detersione, o lo strofinio eccessivo. Problemi come la rosacea e la couperose sono anch’essi legati ad un cattivo tono dei capillari sanguigni, che tendono a dilatarsi e a risaltare contro la pelle, provocando un arrossamento di zone del volto anche intenso, dovuto ad un ristagno di sangue, che viene a verificarsi in particolare sulle guance, i lati del naso e gli zigomi, ed in soggetti con pelle sottile e sensibile. Anche in questo caso, la rottura e la dilatazione dei capillari del viso spesso rappresenta solo un inestetismo, essendo queste lesioni delle microteleangectasie dovute alla fragilità dei capillari e alla loro mancanza di elasticità ed eccessiva dilatazione, che li fa risaltare in superficie. I nutraceutici contenuti negli integratori per i capillari del viso possono essere un valido supporto in questi casi. Anche la dilatazione e rottura dei capillari del viso sono spesso associate a fenomeni infiammatori, tramutati in processi cronici, che tendono a permanere piuttosto che risolversi autonomamente. Anche la rottura e la dilatazione dei capillari del viso sono provocate da cause diverse, legate allo stile di vita, alla carenza di nutrienti, a disfunzioni ormonali ma anche all’esposizione al sole. Il trattamento di problematiche come la couperose è spesso di natura estetica, tuttavia trattandosi di un problema vascolare, l’utilizzo di integratori per i capillari del viso, ricchi di nutraceutici funzionali al contrastare la fragilità capillare possono avere un effetto positivo sul microcircolo del viso, con un’azione antiflogistica e vasoprotettrice naturale.

Integratori per Rinforzare i Capillari del Naso

La rottura dei capillari del naso è una delle cause più frequenti di epistassi nasale, ovvero la perdita di sangue dal naso, che può verificarsi sia nei bambini che negli adulti. Il sanguinamento dal naso può avvenire sia dal naso anteriore che posteriore, in cui si verifica la presenza di sangue nella gola. La rottura dei capillari del naso è molto comune, e spesso non è indice di disturbi più profondi, ma è ascrivibile alla fragilità capillare dovuta alle cause già elencate. Il naso è una delle zone del corpo più ricche di capillari, presenti sia sulla superficie che nella parte interiore, pertanto la loro rottura può essere frequente, attribuibile alla qualità dell’aria che respiriamo, che tende a seccare le membrane nasali, graffi, strofinamenti, frequente soffiarsi il naso, starnuti, infezioni e pressione alta. L’epistassi nasale raramente richiede trattamenti medici, sebbene in molti casi vengano somministrati integratori a base di vitamina C. La rottura dei capillari nasali infatti può essere prevenuta assumendo sostanze naturali che favoriscono il normale trofismo della matrice extracellulare; queste sostanze sono contenute in molti integratori, quali il MEC, orientati alla sintesi di tessuti connettivi e al rafforzamento del tono vasale grazie alla composizione a base di vitamina C, glicina, lisina e prolina, fondamentali alla sintesi del collagene, per conferire resistenza ed elasticità ai capillari del naso. Inoltre, la presenza di procianidine oligomeriche, quali i polifenoli, ha il dimostrato il miglioramento le funzioni della vitamina C e contribuire all’azione di rafforzamento vascolare.

CTA-Mec

Scopri di più

MEC | Integratore per la Sintesi del Collagene
MEC è un integratore a base di vitamina C, glicina, lisina e prolina, glucosammina, condroitin solfato e procianidine oligomeriche, sostanze la cui azione sinergica supporta la normale sintesi del collagene. L’azione delle sostanze presenti nel MEC è importante per l’efficienza venosa compromessa da fattori di rischio che ledono la salute delle pareti delle vene, causandone l’indebolimento, la lesione, la dilatazione, e l’infiammazione.
 

Integratori per le Emorroidi

L’azione dei nutraceutici indicati per i capillari ha un effetto importante anche nel contrastare le emorroidi, cuscinetti di tessuto vascolare composto da capillari, vene ed arterie situati sulla parete del canale anale. Le emorroidi sono naturalmente presenti e svolgono una funzione importante proprio grazie ai processi di afflusso e deflusso di sangue: tuttavia molto spesso, per differenti cause, tendono a dilatarsi ed infiammarsi, provocando sanguinamento, ematomi o trombi, e causando prurito, dolore e fastidio, in fenomeni simili a quelli che portano alla formazione delle vene varicose. È importante trattare le emorroidi nel momento in cui si verifica un’anomalia, per evitare che diventino recidive o degenerino in trombosi o infiammazioni più gravi. Le cause principali dell’infiammazione delle emorroidi sono assimilabili a quelle che provocano la maggior parte dei disturbi legati alla dilatazione dei vasi sanguigni; stile di vita non equilibrato, cattiva alimentazione povera di fibre e ricca di alimenti irritanti, stress ed eccessi di alcool, stipsi, lo stare troppo tempo in piedi come la sedentarietà. Gli integratori per le emorroidi sono dunque importanti per favorire lo stato di salute dei tessuti dei vasi sanguigni, combinando l’azione della vitamina C per la sintesi del collagene con quella dei bioflavonoidi, per un supporto antinfiammatorio naturale. Inoltre, un principio attivo fondamentale nel contrastare le emorroidi è la diosmina, un flavonoide dalla funzione astringente, antinfiammatoria e antiedematosa, che contribuisce a contrastare l’edema e la fragilità capillare. La combinazione di diosmina e flavonoidi, quali i polifenoli, è fondamentale in supporto al trattamento di emorroidi ed insufficienza venosa, ed è funzionale anche nel contrastare i fenomeni di gambe gonfie e pesanti. La diosmina infatti agisce a livello della resistenza dei capillari e della permeabilità vascolare, supporta il trofismo del microcircolo ed abbinata a flavonoidi come l’esperidina ha dimostrato un’azione cruciale nella protezione dei vasi sanguigni.

Integratori per i Capillari: Quali Sono le Sostanze Fondamentali alla Salute dei Vasi Sanguigni?

I nutraceutici contenuti negli integratori per i capillari rotti offrono un’azione di supporto nella prevenzione dei disturbi e nel mantenimento della salute dei vasi ematici più piccoli; le sostanze contenute nei migliori integratori per i capillari fragili come nei prodotti a marchio Vital Program, stimolano la sintesi del collagene, contribuiscono al rafforzamento delle pareti dei vasi e della loro tenuta, oltre che contribuire ad un’azione antinfiammatoria, antiflogistica e antiedemica naturale. Sono importanti dunque nel contrastare la sensazione di dolore e pesantezza alle gambe, offrendo un supporto per ristabilire un corretto ritorno del sangue. Come precedentemente descritto, l’indebolimento dei capillari è attribuibile a due fattori principali, ovvero l’indebolimento del tessuto connettivo, un complesso di proteine che conferisce resistenza ed elasticità ai vasi, così come a molte strutture corporee, e l’aumento della permeabilità vascolare, responsabile di fenomeni infiammatori, due fattori spesso interconessi. Le soluzioni per il miglioramento della microcircolazione e della salute dei vasi sanguigni, come i nutraceutici negli integratori per i capillari fragili, devono dunque agire su questi fattori importanti, essendo la salute del tessuto connettivo in particolare dipendente oltre che dall’età e dall’esercizio fisico, anche dall’introduzione nell’organismo delle corrette sostanze che ne stimolino la normale sintesi. Le sostanze nutraceutiche contenute all’interno degli integratori Vital Program sono state scelte e combinate con l’obiettivo di coprire lo spettro di questi fattori ed offrire un’azione antiflogistica naturale, protettiva e rafforzante dei capillari. Tra le sostanze più importanti negli integratori per i capillari del viso e delle gambe, troviamo gli elementi fondamentali a garantire il corretto trofismo dei fibroblasti, le cellule che producono collagene, e che ne favoriscono la sintesi, quindi Vitamina C, alla base degli integratori per microcircolo e salute dei vasi sanguigni, lisina, prolina e glicina, amminoacidi che costituiscono le fibre del collagene.

  • - Vitamina C: è l’elemento fondamentale, nelle sue forme più biodisponibili, per la sintesi di molecole di collagene, stimolando l’idrossilazione di lisina e prolina nei fibroblasti. La rottura dei capillari spesso è attribuibile ad una carenza di vitamina C.
  • - Lisina, Prolina e Glicina: sono amminoacidi che si legano a formare le fibre di collagene, e sono dunque considerati i ‘mattoni’ di questo processo. La loro azione è catalizzata dalla presenza di vitamina C. Donano struttura e resistenza ai vasi.
  • - Solfati: sono molecole dall’alto dominio di idratazione che contribuiscono a garantire l’elasticità dei tessuti connettivi.

Oltre a queste sostanze, indispensabili per la sintesi del collagene e la formazione di tessuto connettivo, l’integrazione di determinati polifenoli, in particolare alcuni bioflavonoidi, si è dimostrata fondamentale al fine di garantire la corretta struttura dei capillari e delle vene. In particolare, tra queste, diversi studi hanno dimostrato gli effetti positivi delle proantocianidine oligomeriche, OPC, che possono essere trovate nei semi d’uva, quindi nella vite rossa, nei semi di ippocastano, nel mirtillo. Queste sostanze svolgono un’azione protettiva dei vasi sanguigni e dunque possono essere un supporto per combattere la rottura dei capillari e la fragilità capillare, teleangectasie ed infiammazioni. I flavonoidi dall’azione più importante a livello dei capillari fragili e del microcircolo sono:

  • - Vite Rossa
  • - Centella Asiatica
  • - Mirtillo
  • - Diosmina
  • - Esperidina
  • - Ippocastano

CTA-Flevit

Scopri di più

Flevit | Microcircolo e Insufficienza Venosa
  • La Troxerutina è un flavonoide che protegge dalla trombogenesi e migliora il microcircolo
  • La Centella asiatica può apportare miglioramenti in caso di vene varicose, insufficienza venosa ed inestetismi della cellulite
  • L’Esperidina è un flavonoide che possiede numerose proprietà biologiche, principalmente antiossidanti ed antinfiammatorie
  • La Diosmina supporta il microcircolo, il drenaggio linfatico ed il tono e l’elasticità venosa
  • Vitamina C e proantocianidine oligomeriche (OPC) hanno un effetto di potenziamento reciproco
 

Importanza dei Flavonoidi negli Integratori per Capillari Fragili

La strategia alla base della formulazione degli integratori per i capillari opera dunque su una forbice multifattoriale, che prevede la corretta sintesi dei tessuti connettivi e la normale formazione di collagene, e la protezione dei vasi da infiammazioni e flebiti, spesso causate da ristagni, trombosi e dunque coaguli, cattivo drenaggio, ed altre alterazioni del microcircolo relative alla permeabilità vascolare, che confluiscono nelle note sensazioni di gonfiore e pesantezza, specialmente delle gambe, dovute alla fragilità delle pareti ed alla fuoriuscita di fluidi causa dei gonfiori. L’azione antinfiammatoria ed antiflogistica naturale è dunque molto importante, e per questo oltre alla vitamina C è fondamentale, attraverso l’integrazione, un corretto apporto di polifenoli e flavonoidi, la cui efficacia in merito alla salute di vene e capillari, nonché al miglioramento dell’azione della vitamina C stessa nel processo di sintesi di collagene è stata dimostrata da numerosi studi. In particolare, la diosmina, che naturalmente può essere reperita in alcuni agrumi, è importante in supporto dell’azione antiedematosa e antiflogistica; è un principio attivo molto comune negli integratori per i capillari, in particolar modo efficace per il trattamento delle emorroidi. Gli OPC, invece, come semi d’uva, ippocastano e mirtillo, hanno un valore biologico importante per il nostro organismo, un ruolo centrale nella prevenzione delle patologie cardiovascolari, e sono considerati degli agenti flebotonici; agiscono sulla permeabilità vascolare, che permette il passaggio degli anticorpi e cellule del sistema immunitario nell’area interessata dall’infiammazione, e favoriscono dunque la risposta antinfiammatoria e antiossidante. Sono in molti ad inserire anche gli Omega 3 tra le sostanze benefiche per la salute cardiovascolare. In realtà, quando parliamo di acidi grassi, entriamo nell’ambito di patologie infiammatorie sistemiche ed infiammazioni croniche, nonché di malattie metaboliche; invece è bene approcciarsi ai capillari e alle vene con le sostanze più adeguate e mirate allo svolgimento corretto dei processi vitali che ne garantiscono la salute.

Rimedi per la fragilità capillare e venosa: Integratori ed attività preventiva

Come descritto, alla base degli integratori per i capillari vi è la necessità di offrire al corpo sostanze che stimolino la produzione di collagene. MEC è l’integratore Vital Program pensato per la salute dei vasi, ma anche di muscoli, ossa e cartilagini; puntando alla sintesi del collagene, i nutraceutici in esso contenuti offrono resistenza ed elasticità alla maggior parte delle strutture corporee. La sintesi del collagene, componente principale del tessuto connettivo lasso, il tessuto più presente nel nostro corpo, è svolta da cellule chiamate fibroblasti, ed è promossa dalla vitamina C, nutraceutico alla base dell’integratore per capillari MEC di Vital Program. Nella sua formulazione sono stati presi in esame proprio i processi di sintesi del collagene e di azione sul sistema cardiovascolare a livello di vene e capillari: per questo la sua composizione comprende, oltre alla vitamina C, gli amminoacidi lisina, prolina e glicina, le procianidine oligomeriche (OPC), per la loro azione vasoprotettrice e per il supporto alle funzioni biologiche della vitamina C, nonché N-acetil-glucosammina e Controitin Solfato, per garantire idratazione, robustezza e flessibilità.

Prevenzione

Gli integratori per i capillari fragili devono essere eventualmente inseriti in un piano di prevenzione fatto di accortezze funzionali al miglioramento della salute del microcircolo e, soprattutto, del proprio organismo e delle sue componenti. È infatti importante migliorare le proprie abitudini quotidiane, specie nel caso si sia proni alla fragilità capillare, alla debolezza delle vene, a teleangectasie e varici, al fine prevenire un peggioramento di queste condizioni, che spesso sono associate o sfociano in patologie più gravi legate all’apparato cardiovascolare. Assieme agli integratori per capillari, che possono offrire supporto tramite l’introduzione di importanti sostanze nutraceutiche che il nostro corpo non riesce a produrre, o produce solo in maniera limitata, è importante condurre una regolare attività fisica, ridurre il consumo di alcol e fumo, e modulare il proprio peso, seguendo una dieta bilanciata. Altre azioni preventive alla debolezza capillare sono:

  • - Alimentazione equilibrata e leggera
  • - Attività fisica regolare
  • - Controllo del peso
  • - Assunzione di sostanze nutraceutiche fondamentali
  • - Evitare fumo ed alcool eccessivo
  • - Evitare indumenti troppo aderenti
  • - Evitare l’esposizione al sole e le fonti di calore
  • - Evitare di rimanere troppo tempo in piedi o troppo tempo seduti

L’azione degli integratori per capillari può essere dunque importante, se inserita in un piano di prevenzione globale che includa soluzioni meccaniche e soluzioni che agiscono dall’interno, per migliorare e favorire il corretto svolgimento dei processi vitali del nostro organismo.Va inoltre ricordato che gli integratori non sono farmaci, pertanto non possono curare alcun tipo di patologia. L’intervento terapeutico spetta solo al medico; è bene quindi sempre rivolgersi al proprio medico di fiducia per qualsiasi problema, poiché molti disturbi qui descritti possono derivare da altre cause.

FAQ: Cosa Prendere per i Capillari Fragili?

Sono in molti a rivolgerci domande su quali siano i migliori nutraceutici per rafforzare vene e capillari, e quali azioni vadano intraprese per prevenire la rottura di capillari e la comparsa di vene varicose e teleangectasie. Abbiamo raccolto qui le più frequenti.

Cosa Mangiare per i Capillari Fragili?

Come già premesso, un’alimentazione sana è il primo step fondamentale in un piano multifattoriale di prevenzione della fragilità capillare e venosa. Oltre alle sostanze contenute negli integratori per i capillari fragili, frutti rossi come il mirtillo, e l’olio d’oliva si sono rivelati alimenti benefici per la salute dei vasi sanguigni.

Cosa Prendere per il Microcircolo?

Per la salute del microcircolo è fondamentale un apporto di vitamina C, lisina e prolina per la sintesi del collagene, e flavonoidi come centella asiatica, foglie di ginko, mirtillo, uva.

 

 


rocco.png
Rocco Di Fonso

Naturopata. Founder Vital Program. Divulgatore Scientifico e promotore di formazione ECM. Le tematiche principali da lui promosse riguardano la salutogenesi e l’educazione nutrizionale attraverso la conoscenza dei meccanismi biochimici essenziali.

Ultimi Articoli